MERCATO DEL PETROLIO

Come funziona il mercato del petrolio.

Il petrolio è una materia prima estremamente popolare tra gli investitori. Con una domanda e un’offerta in costante fluttuazione, la volatilità è sempre molto alta.  Fortunatamente, non devi possedere barili di petrolio per operare su questo mercato. Infatti gran parte del trading sul petrolio e sul gas si svolge attraverso i future.

Cosa sono i future sul petrolio.

I future sul petrolio sono contratti in cui un trader accetta di scambiare una quantità stabilita di petrolio a un prezzo stabilito in una data stabilita. Sono la forma più comune di investimento in questi mercati e le compravendite avvengono in piazze di scambio dedicate.
Importatori ed esportatori ricorrono ai future per proteggersi dagli effetti negativi derivanti dalla volatilità del prezzo. Tuttavia, i trader possono utilizzarli per fare trading sul petrolio senza comprare o vendere la materia prima in sé. Invece che comprare petrolio, conservarlo, aspettare che il prezzo salga per poi rivenderlo e inviarlo fisicamente agli acquirenti per la consegna, puoi comprare un contratto future per poi venderlo prima della sua scadenza. In tal modo, puoi trarre profitto dall’aumento di prezzo senza costi e sforzi di logistica.

Opzioni sul petrolio.
Un’opzione è simile a un contratto future, ma con una differenza fondamentale: con un’opzione sul petrolio hai il diritto (e non l’obbligo) di comprare una quantità stabilita di petrolio in una data stabilita a un prezzo stabilito. Inoltre, le opzioni danno la possibilità di fare trading sui movimenti del prezzo del petrolio senza dover consegnare la materia prima fisicamente.

Dove avviene la compravendita di future.
I future sul petrolio vengono scambiati su delle piazze specifiche, proprio come avviene per le azioni. I diversi tipi di petrolio vengono definiti benchmark. Il petrolio estratto dal sottosuolo ha caratteristiche diverse a seconda del giacimento e i benchmark permettono ai trader di individuare subito la qualità e il luogo di provenienza del greggio che stanno acquistando o vendendo.

I benchmark più importanti sono due: il Brent Crude e il West Texas Intermediate (WTI), scambiati sull’Intercontinental Exchange (ICE) e sul New York Mercantile Exchange (NYMEX). Con IG puoi fare trading su questi due benchmark, in aggiunta ad altri benchmark di petrolio e gas come l’Heating Oil, il London Gas Oil, il Natural Gas e il No Lead Gasoline.

Cosa sono i prezzi spot.
I prezzi spot sul petrolio mostrano i prezzi di acquisto e di vendita attuali, invece che rispetto a una data futura. Il nome deriva dall’espressione inglese “on the spot” (“sul momento”). Quindi, mentre i prezzi dei future riflettono il valore a cui il mercato crede che sarà quotato il petrolio alla scadenza del contratto, i prezzi spot mostrano il valore attuale.

Tre modalità di trading sul petrolio.
Esistono principalmente tre differenti modi per fare trading sul prezzo del petrolio: i future e le opzioni, i CFD o investire su azioni ed ETF.

Future e opzioni.
Per future e opzioni, dovrai utilizzare la piazza di scambio specifica per il benchmark su cui vuoi fare trading. Gran parte delle piazze di scambio seguono dei particolari criteri per determinare chi può fare trading. Per tale motivo, la maggior parte degli investitori che operano nei future sono professionisti e non privati. Per fare trading sulle opzioni, avrai bisogno di un broker.

Fai trading tramite CFD.
I CFD ti permettono di fare trading sui movimenti dei prezzi dei future e delle opzioni, senza tuttavia comprare o vendere i contratti in sé. Inoltre, invece di fare trading sulle piazze di scambio delle materie prime, potrai aprire un conto presso un broker. Molti sono i vantaggi per i trader:

Puoi fare trading sui prezzi spot dei benchmark, nonché sui future e sulle opzioni.
Puoi andare sia long che short su una vasta gamma di mercati tramite un’unica piattaforma di trading
Non hai bisogno di essere un professionista per cominciare a fare trading
Scopri tutti i dettagli sul  trading con i CFD e come funziona.

Investire in petrolio.
Invece di operare su mercati singoli, puoi anche fare trading sulle azioni delle compagnie petrolifere e sugli ETF (‘oil exchange traded funds’). Il valore delle azioni delle compagnie petrolifere dipende fortemente dai prezzi del petrolio e, a volte, fare trading sulle azioni invece che direttamente sul petrolio può risultare più conveniente. Puoi fare trading sugli ETF per investire sui benchmark petroliferi o su un paniere di titoli legati al petrolio.

Come inserire il tuo primo ordine sul petrolio con IG.
1. Apri un conto
Per fare trading sul prezzo del petrolio con IG, dovrai aprire un conto. Ti ci vorranno solo pochi minuti per farlo, puoi farlo direttamente online e non hai nessun obbligo di versamento all’apertura del conto.

Tuttavia, dovrai effettuare un versamento prima di inserire il tuo primo ordine. Versare fondi sul conto è semplice: puoi farlo tramite carta di credito, bonifico bancario o PayPal.

Se invece preferisci semplicemente provare a fare trading sul petrolio senza mettere a rischio il tuo capitale, puoi aprire un  conto demo. Il conto demo mette a tua disposizione €30.000 virtuali da utilizzare su mercati reali.

2. Trova la tua prima opportunità
Puoi usare il tuo conto IG per fare trading sul Brent Crude e sul WTI (indicato in piattaforma con la denominazione di US Light Crude), nonché su Heating Oil, Natural Gas e No Lead Gasoline. Inoltre, hai accesso a una varietà di strumenti che possono aiutarti ad individuare il momento giusto per aprire la tua prima posizione, come ad esempio:

Segnali sul petrolio, che ti avvisano in caso di nuove opportunità, indicandoti dettagliamente il modo migliore per operare
Alert, che ti inviano notifiche quando vengono soddisfatti determinati requisiti
Indicatori tecnici, come MACD, Bollinger Band e RSI
Scopri i dettagli sulla piattaforma di trading online di IG.

3. Apri una posizione
Una volta che hai deciso su quale mercato fare trading, puoi aprire una posizione tramite la piattaforma online IG disponibile sia in modalità desktop sia sulle nostre  app per dispositivi mobili.

Per aprire una posizione, dovrai inserire un ordine. Prima di tutto dovrai indicare il numero di contratti su cui fare trading. Questo stabilirà l’entità dei profitti o delle perdite in base ai movimenti del mercato. Nell’ordine puoi anche scegliere di aggiungere stop o limiti, che chiuderanno automaticamente la posizione una volta raggiunto un certo livello.

Ricorda che uno stop loss semplice non garantisce che le tue posizioni vengano chiuse esattamente al livello da te specificato. Infatti, se il mercato si muove repentinamente, superando i livelli del tuo stop, le tue posizioni potrebbero essere chiuse ad un livello sfavorevole rispetto a quello da te indicato.

Se credi che il valore del petrolio aumenterà, dovrai “comprare”. Se invece credi che il valore scenderà, dovrai “vendere”.

4. Segui e chiudi la posizione
La tua posizione è ora aperta. Da questo momento in poi dovrai monitorare l’andamento della tua operazione, tramite strumenti specifici e decidere il momento giusto per fermare le perdite o incassare il profitto. Dopo l’apertura di una posizione, puoi anche aggiungere, rimuovere o modificare stop e limiti.

Per chiudere un’operazione, ti basterà fare click su di essa e inserire un ordine contrario a quello di apertura. Vale a dire che, se hai comprato petrolio, dovrai venderlo, mentre se hai venduto petrolio, dovrai comprarlo.

Profitti e perdite verranno determinate dalla differenza tra il prezzo all’apertura e quello alla chiusura, moltiplicata per il numero di contratti dell’ordine.